Categorie
Generale

Focaccia Petruzzi

La focaccia Petruzzi

lievito di birra (in panetto fresco oppure lievito di birra secco Paneangeli mastro Fornaio)
farina (1 panetto o 1 bustina ogni mezzo chilo di farina)
acqua tiepida
sale q.b.
1 cucchiaino di zucchero

Se si usa il lievito di birra in panetto, prendere una tazza e sciogliere il lievito con un cucchiaino di zucchero in poca acqua tiepida (se si usa il lievito secco, mescolarlo con la farina e il sale facendo attenzione a non metterlo a contatto diretto col sale ma piuttosto con lo zucchero, come indicato nelle istruzioni).
Versare i 3/4 della farina in una ciotola di ceramica.
Aggiungere un pizzico di sale, il lievito sciolto e, mano a mano, dell’acqua tiepida.
Impastare fino a ottenere una palla non appiccicosa aggiungendo via via la farina. Farne una palla.
Accendere il forno a 50 gradi per qualche minuto.
Prendere un canovaccio pulito, avvolgere la ciotola di ceramica nell’asciughino e bagnarlo sulla superficie.
Mettere la ciotola coperta in forno (deve essere tiepido, non caldo). Lasciare lievitare almeno un paio d’ore.
Volendo si può lavorare di nuovo la pasta con un po’ di farina e lasciarla lievitare di nuovo. L’impasto così sarà più elastico.
Da qui si può fare un po’ quel che si vuole….
Stendere la pasta e farne pizza, mescolare alla pasta semi di vario tipo (quello che ho assaggiato io e era coi semi di girasole e semi di papavero) e poi stendere la pasta su una teglia da forno, allargarla ben bene e aggiungere sopra olio in abbondanza, stendere la pasta in strato sottile, tagliarla e friggerla…. un po’ quello che si vuole insomma 🙂

Lascia un commento