Categorie
Generale

Mercurio ed alluminio in eccesso nel primo mineralogramma

Pochi minuti fa ho ricevuto dalla Mineral Test di Civitanova Marche l’atteso risultato del mineralogramma dei miei capelli. Come previsto , mercurio in eccesso (oltre 12 volte i valori della media della popolazione europea, basata ovviamente su un campione) e alluminio ben 3 volte il valore normale. Tanto per avere un’idea su cosa può succedere con tanto alluminio nel corpo , leggete questo articolo.

Un estratto del referto del mio mineralogramma del capello

Leggendo le testimonianze di chi dopo il mineralogramma ha avuto valori simili o anche peggiori di me, mi riconosco benissimo :”I sintomi che mi hanno fatto dubitare di avere un intossicazione da mercurio e che mi hanno spinto a fare il mineralogramma ,sono sonnolenza cronica(spesso ho bisogno di dieci,dodici ore per recuperare)problemi di pelle di vario tipo(secchezza delle mani che sanguinano addirittura con il freddo e dermatite seborroica con miriade di punti neri sul naso), depressione e nervosismo perenni alternati a fasi che non esiterei a definire maniaco-depressive e freddolosità in certi momenti davvero tremenda.”

Si legge inoltre nel sito http://web.tiscali.it/saguza/metalli_tossici.htm:”La tossicità del mercurio è cumulativa e si verifica quando la velocità di esposizione è maggiore di quella di eliminazione. In tal modo si instaura una neurotossicità ritardata nel tempo, che può manifestarsi mesi dopo l’esposizione.  Il mercurio causa l’alterazione dei livelli dei neurotrasmettitori serotonina, dopamina, glutammato e acetilcolina; queste stesse anomalie si trovano spesso nei bambini affetti da autismo. E’ risaputo che l’esposizione al mercurio causi disfunzioni nell’apprendimento e difficoltà di linguaggio, difficoltà con idee astratte e comandi complessi, tendenza a ritirarsi dal contatto con la gente, ansia e comportamenti ossessivi / compulsivi. Disturbi sensoriali tra cui mancanza di sensibilità alla bocca, piedi, intolleranza ai rumori, avversione al contatto e risposte esagerate o del tutto mancanti al dolore, sono manifestazioni comuni della intossicazione da mercurio. Il mercurio causa inoltre anomalie diffuse nell’organismo legandosi allo zolfo così da causare danni multipli a enzimi, meccanismi di trasporto e proteine strutturali con manifestazioni cliniche che possono coinvolgere organi e funzioni differenti.”

Il mio mineralogramma mostra anche una grave carenza di selenio (il mercurio è un antagonista del selenio, per cui più mercurio entra nel corpo meno selenio c’è per espellerlo!), un antiossidante implicato nell’espulsione del mercurio dal corpo e che viene consigliato per ridurre la stanchezza cronica causata in alcuni soggetti tra cui purtroppo il sottoscritto a causa del virus Epsteinn–Barr.

L'analisi dei sali minerali presenti nel mio campione di capelli: grossa carenza di selenio

Ecco gli alimenti che contengono più selenio (il tonno però è da evitare perchè pienissimo di mercurio):

Quantità di selenio in alcuni alimenti

3 risposte su “Mercurio ed alluminio in eccesso nel primo mineralogramma”

siamo in due, io ho più o meno gli stessi valori e la stessa carenza di selenio… inizio a levare le amalgame e comincio ad integrare

anche io mercurio e alluminio in eccesso, ipotiroidismo autoimmune e stanchezza cronica….e sto togliendo 5 amalgame, sono a -4

Lascia un commento