Categorie
Generale

La mia esperienza di ieri sera

Poche settimane fa un mio amico ha avuto la brutta esperienza di chiamare il 117 per segnalare una mancata emissione di ricevuta/scontrino e si è sentito rispondere che "deve essere sicuro che loro fossero tenuti ad emetterle lo scontrino",  "che sarebbero arrivati non prima di un'ora e mezza e che ci voleva un'ora per redigere il verbale" . Non poteva far altro che salutare.

Questo sarebbe il braccio operativo dell'Agenzia delle Entrate.

Ieri sera in uno dei locali piu' carini di Padova, inuagurato pochi mesi fa in via Vicenza, di fronte alla penso cinquantesima mia consumazione in pochi mesi sempre senza scontrino fiscale, e dopo aver saputo dal componente d'esame in materia fiscale che in Camera di Commercio presiede agli esami REC  che di recente è stato (in sordina, a quanto pare) ripristinato per TUTTI i pubblici esercizi, che abbiano aderito o no al concordato fiscale, l'obbligo di emettere lo scontrino fiscale, ho chiesto al barista (studente peraltro) se c'era un motivo per cui fossero esentati dall'obbligo di emettere scontrini e con un bel sorriso e apostrofandomi con un "cattiveria!" mi ha battuto i 13 euro .

Non è successo ovviamente per la consumazione successiva. Già. E il problema, secondo i miei conoscenti di destra , sarebbe la tassa sul casello o sui gipponi. Diciamoci la verità. In questo paese (sì, con la p minuscola), anche le persone come me che pagano le tasse fino all'ultimo centesimo, sono stanche di lottare per un pezzo di carta (lo scontrino), se vedono che tutti gli altri si disinteressano alla pratica comune dell'evasione fiscale. E l'unico modo per far pagare qualcosa a questi signori, è di tassare le auto o l'effettivo utilizzo dei servizi. Tassino pure le rendite finanziarie. Che tutti gli italiani abbiano azioni in Borsa , e che quindi vengano penalizzati anche i piu' poveri , è una grande bugia. Detta dalla metà dell'Italia che in questi 5 anni di governo Berlusconi con i prezzi di "libero mercato", ci ha guadagnato eccome. 

0 risposte su “La mia esperienza di ieri sera”

BRAVO FABIO!DATO CHE ORA COME ORA NON SI FA ALTRO CHE TIRARE MERDA SULLA SINISTRA,CHE DICIAMOLA è ANCORA FRESCA DI GOVERNO!QUINDI CARI BERLUSCONIANI E COMPAGNIA BELLA,LASCIATECI GOVERNARE E NON ROMPETE!MARCO

per carità, giustissime e sacrosante le critiche per i troppi sottosegretari. Mi fa schifo però che questa gente che in maggioranza non paga le tasse (quanto costano LORO a noi lavoratori dipendenti che le paghiamo!) sottolinei i costi dei governi. Ma allora quanto ci costano le centinaia di persone promosse dirigenti da Storace (AN) in Lazio ? Quanto ci sono costati i contributi STATALI ai decoder per accedere a mediaset shopping ? Quanto ci sono costati i manager messi alle Ferrovie e alle Poste per far crollare la qualità del servizio ? E della spartizione RAI di Berlusconi ? Ma vi siete gia’ dimenticati di berlusconi che cantava a Porta a Porta ? Bruno Vespa ? Ma di Previti, condannato per corruzione , ministro della Difesa , vi siete gia’ dimenticati ? E volete anche confrontarlo con Di Pietro. Certo, la Sinistra, anche per colpa di una infame legge elettorale voluta dalla destra per rendere debole il governo, non ha iniziato nel migliore dei modi. Ma sentirselo dire da chi avrebbe rivoluto Berlusconi come capo del governo, mi fa indignare.

Lascia un commento