Categorie
Generale

Chi sono sciiti e sunniti ?

http://spazioinwind.libero.it/popoli_antichi/Religioni/confessioni-islam.html#1

I  SUNNITI

Sunnah

I Sunniti (Ahl al Sunna Wal-Jama’a: le genti della tradizione e della comunità) si presentano come i depositari dell’ortodossia islamica, perché sono rimasti fedeli alla "tradizione” del Profeta. Si oppongono, con maggiore o minore violenza, a tutte le "dissidenze" dell’ISLAM.

I Sunniti, che pretendono di essere i soli ortodossi interpreti della volontà di Maometto, costituiscono la maggioranza dei musulmani: riconoscono legittimi i primi quattro califfi elettivi e sulla scorta di questa divergenza sono andati elaborando una dottrina che si stacca in qualche punto da quella delle altre sette. Attualmente i sunniti (gli ortodossi, coloro che seguono la , ovvero la tradizione musulmana) rappresentano la maggioranza dei musulmani.

Il sunnismo, ramo maggioritario dell’Islam, accetta l’interpretazione delle quattro grandi scuole giuridiche (Madhabit) dell’VIII e del IX secolo: l’hanafismo, il malikismo, lo sciafismo e l’hanbalismo.

Gli SCIITI

alla morte del Profeta  Maometto, nel 632, un gruppo di musulmani si radunò intorno ad ali (Shi’at ali, partito di ali), ritenendo che il Califfato e l’Imamato gli spettassero di diritto, in ragione del suo grado di parentela con il Profeta. Essi, infatti, preconizzavano che la leadership della comunità musulmana dovesse spettare alla famiglia del Profeta ed alla sua discendenza.Al di là della comune particolare venerazione nei confronti dei primi Imam, gli Sciiti si sono divisi in diverse sette a seconda degli Imam riconosciuti.Le loro dottrine principali vengono tutte essenzialmente elaborate intorno alla teoria dell’Imamato e del Mahdi.

Dunque "Sciiti" indicava i seguaci del Partito di ali, cugino e genero di Maometto e quarto califfo dell’Islam, considerato come unico successore legittimo del profeta alla guida della comunità : usurpatori sarebbero quindi i tre califfi precedenti, riconosciuti invece dai Sunniti e, con essi, i fondatori della dinastia Omayyadi, anch’ essi detentori del califfato; infine quanti, come i Kharigiti, si ribellarono all’autorità di alì, che venne assassinato nel 661 d.C.

Gli sciiti riconoscono la guida non di un califfo – sovrano che, secondo loro, non ha alcun rapporto privilegiato con la divinità – bensì di un Imam (una guida) che, appartenente alla famiglia di ali, è dotato di potere sia temporale sia spirituale. La maggior parte degli sciiti si trova oggi in Iran. Una corrente particolare dell’Islam è il sufismo, ovvero il misticismo musulmano.

Lascia un commento