Categorie
attualità Libri personale

La nostra Realtà

L’esito delle proprie associazioni mentali inconsapevoli si manifesta alla mente consapevole nella forma di emozioni. Quando una cellula riceve stimolazioni esterne che corrispondono a elementi specifici del proprio codice genetico, rilascia le relative sostanze che condizionano le emozioni che vengono provate. Il concetto a me molto caro di felicità secondo il quale una persona è felice quando vive esperienze in sintonia con la sua natura vale anche per ogni cellula del corpo . […] Ogni propria emozione , come la felicità, l’entusiasmo o la paura, corrisponde a un proprio profilo biochimico , una sorta di cocktail di sostanze chimiche verso le quali una persona può anche sviluppare una forma di dipendenza.
La paura, per esempio, è l’effetto di un profilo biochimico caratterizzato da sostanze che sono anche stimolanti e anestetizzanti perchè preparano e predispongono il corpo all’attacco o alla fuga . Ma se ciò di cui si ha paura è solo frutto della propria immaginazione, utilizzata magari e inconsapevolmente apposta in modo pessimistico, senza che vi sia alcune reale minaccia (come una belva o nemico feroce) e si è in contesti sociali e ambientali che suggeriscono di evitare di attaccare o scappare fisicamente, quelle sostanze chimiche anzichè essere utilizzate e metabolizzate rimangono in circolo, anche per molto tempo, e possono portare all’assuefazione. In questo caso una persona potrà allora incominciare , e continuare a farlo inconsapevolmente apposta, a produrre pensieri e situazioni conflittuali che provocano in lei paura solo per far produrre al suo corpo le sostanze chimiche alle quali si è assuefatta. Chi si è abituato a vivere in un clima di paura può produrre continuamente conflitti solo per vivere le stesse sensazioni a cui si è abituato / assuefatto , senza magari riuscire ad accorgersi che il clima della Realtà in cui vive è cambiato o è profondamente diverso da quello a cui era abituato/assuefatto e, soprattutto, che potrebbe cambiare in qualsiasi momento il suo approccio mentale verso la Realtà.

(dal libro “Io scelgo, io voglio, io sono ” che sto leggendo in questo periodo, davvero molto interessante).

Lascia un commento