Categorie
Generale

Ibiza in ottobre

E così anche quest’anno sono riuscito a vivere la magia dell’isola di Ibiza nell’ultimo fine settimana dell’anno in cui l’isola vive, quello dei “cierre” , delle chiusure delle discoteche.
A differenza della vicina Mallorca infatti, con la chisura delle discoteche quasi tutte le spiagge, i chiringuitos, gli hotel , chiudono, e un’isola che oltre a un clima davvero meraviglioso offre ad ogni appassionato di musica un’esperienza straordinaria, si spegne, anche se per pochi mesi. (qui sotto , lo spettacolare e per me sorprendente ogni volta paesaggio della spiaggia di Ses Salines, a Ibiza).

Nessun appostamento, semplicemente quello che ti dona la spiagga di Ses Salines in un pomeriggio di inizio ottobre, ad Ibiza.

Certo, Ibiza ha molto altro da offirire, ma per chi come me ama il sole ed il mare accompagnati dalla musica e da tanta gente da tutto il mondo, era l’ultima occasione. E dopo tre giorni di freddo e pioggia in marzo, ecco che ho potuto vivere dei giorni meravigliosi , con temperature intorno ai 30 gradi , un sole che riscaldava il cuore e la mente, ed una compagnia meravigliosa.

A Sa Trinxa, il chiringuito della stupenda spiaggia di Ses Salines

Nel sabato in cui l’Amnesia (dove il Matinee Group fa il sabato notte per tutta la stagione) è rimasta aperta da  mezzanotte alle tre del pomeriggio (ed il sottoscritto è invece rimasto poche ore , perdendosi 3/4 dei dj ma soddisfattissimo di quello che ha visto e sentito) , festeggiavamo anche il cinquantesimo compleanno di Any, la mia amica di Barcellona, insieme a Ruth, il suo fidanzato francese Tom, altre due amiche di Any e due ragazzi ed una ragazza di Valencia. (qui sotto, i preparativi per la sangria che abbiamo preparato ioe Tom).
Preparando la sangria de cava per la festa di compleanno di Any

Purtroppo la mia stanchezza cronica non mi ha fatto sconti, e così venerdì sera non sonoandato al Privilege (la discoteca più grande di Ibiza) nella festa multicolore del Supermartxe , nè la domenica alla chiusura dello Space (che aveva degli orari che qui in Italia mi potevo solo sognare, ovvero dalle 16 del pomeriggio…fino alle sei del mattino dopo).

Che rimpianto non essere stato nella mia discoteca preferita di Ibiza, lo Space !

Già , avere tutte quelle occasioni a due passi, volerle viverle e avere un fisico che non mi teneva in piedi mi ha rattristato moltissimo.Però il sabato sera non potevo mancare alla chiusura di Matinée Group all’Amnesia !

All'Amnesia, con Any e Yuko

 

Nella meravigliosa spiaggia di Es Cavallet, a Ibiza

Sono oramai tre anni che vado a Ibiza ma non ero mai stato alla spiaggia di Es Cavallet, e così le mie amiche mi ci hanno portato . Un mare meraviglioso, e cosa di meglio avrei potuto trovare che , sullo sfondo, una festa in barca con decine di persone a ritmo della house. L’avevo già scritto in un precedente post, e lo confermo: Ibiza è l’isola che ha tutto.
Qui sotto, la bravissima Vanessa Klein canta “Pray”, uno delle tracce che gli affezionati del Matinée Group conoscono a memoria, all’Amnesia di Ibiza:

Una risposta su “Ibiza in ottobre”

[…] Nei primi giorni di dicembre, grazie ad Elena – senza la quale non avrei mai avuto lo stimolo a visitare la città di un Paese di cui non conosco la lingua (e le incomprensioni si sono sprecate ovviamente) – ho avuto la possibilità di visitare Parigi. Papà mi aveva annunciato una cielo sempre grigio e temperature molto più fredde che da noi, senza le Alpi che proteggono la Francia, ecc. ecc, sta di fatto che mentre in Italia pioveva, Parigi ci ha accolto con due giorni di sole meraviglioso, mentre il terzo la pioggia torrenziale prevista si è trasformata in qualche goccia che ci ha consentito di girare senza nemmeno aprire l’ombrello. La mia amata Spagna non mi ha riservato lo stesso trattamento nel primo semestre del 2012 , però si è fatta scusare con le meravigliose giornate di ottobre di Ibiza. […]

Lascia un commento