Categorie
Generale

Esami del mercurio nelle urine regolari

Qualche giorno fa sono andato a ritirare gli esami del mercurio urinario, che esattamente come previsto , sono a posto. Infatti , in caso di piccole assunzioni di mercurio a basse dosi prolungate nel tempo (23 anni) , il mercurio si fissa nei tessuti e non si trova nelle urine, a meno di esposizioni ad alte quantità.

Mi ha fatto comunque riflettere leggere il referto.

Il referto dei miei esami delle urine per il mercurio

Possibile che per il metallo (dopo il plutonio) più pericoloso sulla faccia della terra siano ammessi valori di concentrazione compresi tra 0,1 e 5 , ovvero 50 volte maggiori del valore minimo ? Non vi sembra che questo range sia stato adattato alla “normalità della gran parte dei casi rilevati” anzichè oggetto di una valutazione del tasso di tossicità di questo componente ?
A memoria non ricordo nessun caso in esami medici per cui il range tra minimo e massimo valore consentito sia di ben 50 volte.
Peraltro vi faccio notare la nota informativa dove si dice che sì, il mercurio che puoi avere nelle urine dipende dalle diete , dalle cure omeopatiche e, come ultima cosa, dalle protesi dentarie, come se fosse normale che una cosa non ingerita (una cosa è la dieta, altro una protesi) possa entrare nel circolo di urine e sangue .

Lascia un commento