Categorie
Generale

Maggio, un mese di grandi novità

Questo mese è quest’anno un mese di grandi novità e di scelte (come sempre non tutte positive, ma prevalgono di gran lunga quelle positive). Tra circa un mese cambierò, dopo tredici mesi all’ufficio Provveditorato , mansione e approderò all’ufficio Commercio Estero in qualità di funzionario, grazie al concorso vinto l’anno scorso e al fattoche il vincitore, il dott. Taruffi di Viterbo, per motivi estranei al lavoro è costretto a tornare giù (qui sotto fotografato l’ultimo giorno con tanto di lacrime adesive !!)

Il dott. Taruffi, del quale prenderò il posto all'Ufficio Commercio Estero E’ un ufficio strategico per le attribuzioni che gli vengono conferite dalla Convenzione di Bruxelles del 1961 e di Ginevra del 1962 per il rilascio di carnet ATA per l’esportazione temporanea di merci in tutto il mondo (fuori dai confini UE) , carnet TIR e certificati di origine delle merci. E’ un ufficio sottodimensionato – tanto per cambiare – perchè a regime saremo solo in due e che può rispondere anche con risarcimento danni da parte delle aziende in caso di errori nell’emissione certificati (può succedere per esempio che per un timbro o una firma mancante – la merce non venga fatta passare alla dogana di uno o più paesi prima di raggiungere la destinazione finale ) .

Ufficio Commercio estero....ovvero il prossimo futuro ;)

E’ una sfida che accolgo con entusiasmo e sono molto contento. Dopo qualche pomeriggio al mare, dove ho apprezzato l’utilità del nuovo tratto della strada SP40 “dei Vivai” che è stata aperta qualche settimana fa e che consente di saltare completamente Piove di Sacco per raggiungre Sottomarina, oggi un bel giro in bici fino a Cadoneghe ed al ritorno una capatina a vedere il tram in esercizio con passeggeri per la prima volta di giorno dalla Guizza fino a Pontevigodarzere.

Prima, dopo quasi un mese , ho ripreso in mano lo studio dello spagnolo, anche qui con un colpo di scena: “el propietario” (sì, senza la r, in spagnolo) ha deciso di vendere l’immobile dove vivono, in un appartamento, i ragazzi , e dove si trova la loro galleria d’arte, proprio adesso che iniziavano ad esserci un po’ di vendite e la galleria grazie alla recensione di alcuni giornali iniziava ad essere conosciuta. Ma – me lo annunciò un anno fa Matteo di Fossò che era più avanti di me nello studio del corso , quando lo incontrai alle due di notte in una discoteca di Barcellona per puro caso – non tutto è perduto. Infatti Paul sta volando in Olanda…..

Lascia un commento