Categorie
attualità

L’effetto serra non é un’opinione

dal sito “http://blogeko.libero.it/2008/riscaldamento-globale-la-realta-sul-2008/”

Stop Global Warming, scrive Luca in un commento, 2008 anno più freddo da inizio secolo.

Riprendo volentieri l’argomento, e sottolineo, tanto per cominciare, che di anni questo secolo ne conta appena otto, compreso quello corrente.

Dunque: la prima metà del 2008 (a questo si riferiscono i dati) è stata la più fredda degli ultimi otto anni. O degli ultimi nove, se vogliamo contare nel XXI secolo anche il 2000. Non mi sembra granchè, con buona pace di Luca. E vado avanti.

Non è solo questione di guardare il bicchiere mezzo pieno (il 2008 l’anno più freddo del secolo) o mezzo vuoto (la giovane età del secolo in corso). Perchè, secondo me, non bisogna perdere di vista i fondamentali.

L’anidride carbonica immessa nell’atmosfera dalle attività umane bruciando combustibili fossili è un fatto accertato. Che l’anidride carbonica “trattenga” il calore e si comporti come una coperta, anche.

Bruciare una tonnellata di petrolio genera 3,09 tonnellate di anidride carbonica nell’atmosfera. Il consumo attuale è pari a 28 miliardi di barili l’anno. Un barile di petrolio, 159 litri circa, pesa 97-170 chili.

Bruciare una tonnellata di gas genera 2,75 tonnellate di anidride carbonica. Bruciare una tonnellata di carbone genera da 1,4 a 2,5 tonnellate di anidride carbonica.

Si calcola che dal 1750 (inizio della Rivoluzione Industriale) al 2004 abbiamo immesso in atmosfera 1146 giga tonnellate di anidride carbonica, dove il prefisso “giga” sta per “miliardo”.

L’anidride carbonica nell’atmosfera è ora pari a 386 parti per milione. E’ pari a 430 parti per milione se si “traducono” nell’equivalente effetto di anidride carbonica gli altri gas serra immessi nell’atmosfera dalle attività umane, tipo il metano.

Dalla composizione delle bolle d’aria intrappolate nei ghiacci antartici si deduce che durante gli ultimi 800 mila anni la concentrazione nell’atmosfera di anidride carbonica è sempre oscillata fra 180 e 300 parti per milione.

Negli ultimi 17 anni è aumentata di 30 parti per milione, ma in precedenza ci volevano mille anni perchè si verificasse un simile evento.

La gente si aspetta che il riscaldamento globale consista in un aumento della temperatura costante ed uniforme, per cui ad ogni nevicata c’è sempre qualcuno che grida “Visto? Tutte balle”.

La temperatura globale di questa prima metà del 2008 è stata di 0,1 gradi più bassa rispetto alla media dall’inizio del giovane secolo.

Ciononostante l’anno che stiamo vivendo si colloca finora fra i 10 più caldi a partire dal 1850, e nei prossimi mesi le temperature globali sembrano destinate a salire.

Così dice il Meteo Office inglese, lo stesso da cui viene la notizia che il 2008 è stato finora l’anno più freddo del secolo.

Sulle Bbc News finora il 2008 è stato l’anno più fresco del secolo

Da Eco Alfabeta l’anidride carbonica, l’effetto serra e i combustibili fossili

Leggi Cento mesi per salvare il pianeta dall’effetto serra

Foto Flickr

Lascia un commento