Categorie
attualità

Ancora sul fenomeno droga

dal “Mattino”

Droga, come convivere con la dipendenza (1)
Alla mamma sfiduciata e stanca. Lei non ci crederà, ma fin da piccola ho imparato cosa vuol dire convivere con la dipendenza
da droga e da alcool (concetto ben diverso,  mi consenta, dal farsi un cannello in compagnia); faccio parte di quella  generazione che di fronte ai problemi non andava dall’analista, ma si stordiva di droghe. Ho perso amici ed amiche che sono finite male, e di leggi, sanzioni penali e multe se ne sono fregati e se ne fregheranno. Nel mio lavoro ho visto tossicodipendenti
pluri-puniti far dentro e fuori dalle galere, ma non dalla tossicodipendenza. Le sanzioni non mancano affatto; quello che manca, e lo dice anche la sua disperazione, è la possibilità di avere aiuto e cura e, per chi convive con questi problemi in famiglia, un adeguato ausilio e tutela (perchè, lei lo sa bene, i tossicodipendenti o stanno in galera, o in comunità, o se no
per l’istituzione pubblica non esistono, e tornano problema privato). Non credo proprio di dover fare scuse pubbliche per aver chiesto, con un atto simbolico, un’attenzione vera, non di facciata, non ipocrita, non perbenista, a chi vive sul serio il problema della dipendenza; io non ho certamente la verità in tasca, la soluzione a tutti i mali, ma so ancora riconoscere le false soluzioni ed ho ancora voglia di cercarne altre. Per lei, e per chiunque si trovi nelle sue condizioni, ho comunque e sempre massimo rispetto, anche se non concordo con quanto lei propone e ritiene.
Aurora d’Agostino

Droga, come convivere con la dipendenza (2)
In riferimento alla «mamma sfiduziata e stanca», condivido pienamente ci? che dice, perchè anche io sono la madre di un ragazzo tossicodipendente, e ci? che chiediamo disperatamente a chiunque ne abbia l’autorità è che possa venire applicata una
legge sul ricovero obbligatorio coatto, per tutelare i famigliari di questi ragazzi, che in moltissimi casi risultano diventare violenti e pericolosi, e per dare la possibilità al ragazzo di cercare di salvarsi. Noi tutti sappiamo che il problema droga non verrà mai sconfitto, perché troppo grande il business che ci gira attorno, mentre sempre troppo piccoli sono i ragazzi che ogni giorno cadono in questa grande trappola che moltevolte pu? portare anche verso la morte. Mi sento di dire a tutte le mamme  nella mia situazione: «Fatevi forza e non perdete mai la speranza»… C.M.

Lascia un commento