Categorie
Generale

Il commissario per i Rom nel paese della Mafia

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.

Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.

Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi.

Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.

Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare.

5 risposte su “Il commissario per i Rom nel paese della Mafia”

Ma ti sei mai trovato una zingara in casa? Io sì e ti assicuro che non è per nulla piacevole (nn è riuscita a rubare niente, però è scappata).

Interprete il problema c’è , non voglio assolutamente nasconderlo. E’ il modo per risolverlo che è sbagliato. Bisogna garantire pene certe a chi delinque (italiano o rom che sia) , garantire la presenza sul territorio (e non negli uffici) dei poliziotti e iniziare a velocizzare la giustizia, coprendo i buchi di organico e facendo funzionare le cancellerie. Invece ci sono dei buchi mostruosi e i tempi dei processi in Italia sono più lunghi di ogni paese europeo. Ma non mi pare che questo governo – nè quello precedente – si siano mossi in questa direzione.
Con l’aggravante di una demagogia senza limiti.

… coprendo i buchi di organico … mi è venuto male a sentirlo. Vuol dire assumere più persone, ma chi li paga che soldi non ce ne sono e noi siamo già iper tassati? Piuttosto quelli che ci sono dovrebbero fare di più (parlo per la maggior parte di chi lavora nel settore pubblico: sono tutte persone che hanno troppi privilegi, responsabilità minime, incompetenti, sgarbati e il loro unico pensiero è quello di fare la fila davanti alla macchina del caffè – potrei citare un sacco di esempi).

Interprete, è così deludente sentirti ripetere come tutti che soldi non ce ne sono. I manager degli enti pubblici o di Ferrovie o Alitalia o Enel guadagnano qualcosa come 2 milioni di euro ALL’ANNO. Sono i più pagati DEL MONDO (vedi report). Ora, sai con la metà del suo stipendio quanti dipendenti assumi ? Con un costo medio di 30.000 euro l’anno (comprensivo di contributi previdenziali, tasse, ecc.) , è facile ottenere la risposta: 66 dipendenti. Rapporto 1:66 . E non sto parlando di licenziare Cimoli, sto parlando di dimezzargli lo stipendio.
Un altro esempio che ti vorrei fare è quello di Bassolino, Commissario all’emergenza rifiuti senza aver combinato nulla. Soldi ce ne sono anche troppi, è che mentre i dipendenti pubblici fanno la fame, più o meno come quelli privati, i manager pubblici (ma anche di concessionarie, in primis le varie società autostradali come l’inutile Padova-Venezia che gestisce un tratto di ben 30 km con un suo consiglio di amministrazione , manager, consiglieri e collegio di revisori dei conti) sono pagati TROPPO.

Il settore pubblico è sempre stato un mangia mangia legalizzato, a me basta solo non tirare fuori nenache 100 lire in più. Dopo tutto sono sicuro che se assumono altro staff, verrà retribuito con i soldi dei contribuenti (tassandoli ulteriormente) e non con quelli destinati ai quadri e ai dirigenti (ai quali non verranno tolte nemmeno 100 lire dallo stipendio).

Lascia un commento