Categorie
Generale

E ogni mattina il caos perché non si rispettano le norme del Codice della strada

A Padova sono almeno due i nodi difficili in cui la circolazione si blocca a causa del mancato rispetto delle più elementari norme di circolazione dei veicoli.

La prima è l'incrocio tra via Giotto, viale Codalunga e Piazza Mazzini. La seconda è l'incrocio, semaforizzato anch'esso, tra via Giolitti e via Venezia, in zona S. Lazzaro.

Nel primo caso, come chiunque può vedere ogni mattina nella fascia oraria tra le 7.40 e le 8.20, i veicoli provenienti da Piazza Mazzini, con il verde , impegnano l'incrocio con via Giotto proseguendo in direzione Arcella, senza preoccuparsi di riuscire a superarlo per la presenza di auto poco più avanti. Il risultato è che chi – come il sottoscritto – è costretto dal divieto di transito recentemente introdotto su Corso del Popolo – ad accodarsi su via Tommaseo e Viale Codalunga per raggiungere Largo Europa dalla zona est di Padova, su due ruote, si trova bloccato perché l'incrocio suddetto è paralizzato . Questa mattina una sola auto in mezzo all'incrocio ha causato 4 minuti di stop totale, con tutte le corsie di Viale Codalunga in direzione da nord a sud bloccate !

Stessa cosa avviene in zona San Lazzaro ogni qual volta passa un treno per l'interporto. Chi deve entrare o uscire dal quartiere San Lazzaro è in ostaggio di chi , ben cosciente che la strada non è libera, provenendo da Padova Est in direzione via Friburgo/via Venezia oltrepassa l'incrocio (con il verde) e rimane in mezzo ….finché non passa il treno !

Le centinaia di volte in cui mi sono trovato di fronte a questa situazione (bloccato in moto!!) mi hanno portato alla conclusione che tale comportamento non è soggetto ad alcuna differenziazione in base al sesso, status sociale e tipo di automobile posseduto !

A Treviso alcuni semafori perdonali sono forniti di telecamere; penso che più che impegnare vigili, con i consueti problemi di turni, orari, ecc., sarebbe opportuno installare telecamere che multino chi viene sorpreso in mezzo all'incrocio quando non dovrebbe esserci. In particolare, il comma 7 dell'art. 145 del C.d.s. recita

  • “7. È vietato impegnare una intersezione o un attraversamento di linee ferroviarie o tranviarie quando il conducente non ha la possibilità di proseguire e sgombrare in breve tempo l'area di manovra in modo da consentire il transito dei veicoli provenienti da altre direzioni. “

La Polizia Municipale dovrebbe monitorare tali situazioni per evitare il protrarsi del caos in queste zone, e chiedo all'assessore , che già ha ricevuto alcune mie richieste in tal senso, di adoperarsi perchè l'accesso al centro da parte dei motociclisti non continui ad essere un calvario (incolonnamento su via Tommaseo, immissione pericolosa nelle quattro corsie di Viale Codalunga con allungamento di pecorso di oltre 1 km) per chi ha la sfortuna di arrivare da Est.

0 risposte su “E ogni mattina il caos perché non si rispettano le norme del Codice della strada”

E’ vero, anch’io mi sono trovata bloccata più di qualche volta negli incroci di cui parli…..
Cambiando discorso, che mi dici della rotatoria tanto agognata che stanno costruendo a Mortise???? Non avrò più il piacere di fermarmi a 3 semafori in 100 metri…!!!

Lascia un commento