Categorie
Generale

PRONTO INTERVENTO: 960 € PER DUE MOLLE

dal “Gazzettino” di oggi

A volte ritornano. E i conti che presentano per i loro interventi sono salatissimi. Sono gli operai, o sedicenti tali, di alcune ditte senza scrupoli che si pubblicizzano sulle “pagine gialle”. Le loro vittime sono quasi sempre pensionati che per modestissime riparazioni si vedono soffiare l’intero stipendio.
A cadere nel tranello, qualche giorno fa, è stata una donna dell’Arcella. G.M. vive da sola ed ha un problema: non riesce ad aprire la saracinesca del garage. Sfoglia l’elenco delle “pagine gialle” e malauguratamente trova quello che cerca: “Pronto intervento 24 ore su 24 per qualsiasi evenienza”.

Non ci pensa due volte, compone un numero verde e dall’altra parte risponde una voce con l’accento romano. Il tecnico arriva poco dopo, e si mette all’opera esaminando attentamente la saracinesca. Non ci vuole molto: effettuato il check up, estrae dal borsone due grosse molle e le sostituisce a quelle difettose. L’intervento non dura più di mezz’ora. L’anziana appare soddisfatta ma il suo viso si rabbuia quando il tecnico le presenta il conto: 960 euro. Una brutta botta per chi vive con una pensione che non supera i mille euro. A quel punto paga, ma la rabbia le suggerisce di rivolgersi alla Lega Consumatori. «Quella ditta ha sede a Roma – spiega il segretario Maurizio Marini – ma utilizza personale padovano che spesso non sa fare il suo mestiere».

Per l’associazione si tratta inoltre di una vecchia conoscenza. «Proprio un anno fa – ricorda il segretario – lo stesso operatore ha “riparato” una caldaia rovinando i marmi del bagno. Un vero disastro». La Lega dei Consumatori, ai cittadini in difficoltà raccomanda di contattare artigiani conosciuti o che siano iscritti alla Camera di commercio (che ha tra l’altro un utilissimo servizio, “chi apre e chi chiude”, che consente ai cittadini di sapere quali artigiani nel periodo estivo sono aperti a prezzi convenzionati e quindi garantiti rispetto al libero, e selvaggio, mercato – ndr)

Lascia un commento