Categorie
Generale

Serata Kursaal Lignano

Lignano, 20 agosto 2004

Passando la vacanza a Lignano era impensabile non cercare di
passare almeno una serata in discoteca. Purtroppo l’obiettivo mancato
era il Miro’, grande discoteca con 5 piste, ognuna delle quali con un
tipo di musica diversa e con tanto di giardino all’aperto dove poter
prendere un po’ d’aria.
Arrivato l’ultimo giorno "utile" per una serata in discoteca, chiamo un
P.r. del Miro’: Luca, il cui numero mi ha passato il grande Fable.
Luca, gentilissimo e disponibilissimo, mi dice subito che il Miro’, che
doveva essere aperto quella sera, ha invece deciso di chiudere per
mancanza di clienti (e noi cosa siamo?). Ci consiglia invece quella che
sembra essere l’unica discoteca aperta quella sera, il Kursaal, garantendoci che ci avrebbe messi in lista.
Noi eravamo in tre: Greta, Erica ed io.

Solitamente, come tutti un po’ sanno, esiste una differenza tra
l’entrare con la lista piuttosto che con le riduzioni, in praticamente
il 90% delle discoteche, la lista mette le persone in una posizione
economica, o UGUALE o PIU’ FAVORITA, rispetto a chi entra con una
riduzione.
Avevamo già tre riduzioni in mano: ingresso omaggio per le donne, e
riduzione per gli uomini. In effetti non ho parlato di questo con Luca,
tuttavia davo la cosa un po’ per scontata, visto che per il Miro’
funzionava proprio così, quindi gli ho detto di metterci in lista.

Con circa 20 minuti di ritardo rispetto all’orario di apertura
previsto, siamo i primi tra quelli in lista ad entrare al Kursaal.
All’ingresso hanno creato tre code (una per le liste, una per i paganti
normali e una per quelli che hanno prenotato i tavoli), che subiscono
un primo "filtro", ma poi le persone vengono mandate tutte allo stesso
ingresso, dove son presenti due persone che consegnano le drink card
per le consumazioni.
Per quanto ci riguarda, dopo il riconoscimento del fatto che eravamo in
lista, ci viene consegnato un cartoncino rosso, e ci viene detto di
consegnarlo all’ingresso per avere la drink card ridotta.
Tuttavia io avevo ancora le tre riduzioni in mano, non so perchè, quasi
un presentimento, fatto stà che come all’ingresso ci consegnano la
drink card, mi accorgo che la mia è uguale a quella di Greta ed Erica,
e subito mi viene un sospetto: sta’ a vedere che ci hanno dato tre
ingressi ridotti, invece di un ridotto e due omaggi!
Subito torno indietro (parlo di un metro e mezzo) e parlo con l’addetto
all’ingresso e gli chiedo: "mi scusi ma credo ci sia stato un errore,
noi tre siamo entrati in lista, a me spetta un ingresso ridotto, ma
alle donne non dovrebbe spettare un ingresso omaggio?"
Lui:"la lista permette solo ingresso ridotto." Usando pure un tono strafottente e arrogante aggiungerei.
Io:"ma scusi un attimo, sono qua con due ragazze, e ho tre inviti
riduzioni omaggio in mano che non ho utilizzato pensando che la lista
fosse favorita rispetto alle riduzioni! a sto punto ignori la lista e
ci faccia entrare con le riduzioni! per me non cambia niente, ma per le
due ragazze si parla di pagare 20 euro a testa in più, non è uno
scherzo!"
Lui:"Mi spiace, ma ormai siete entrati, non posso perdere tempo qua, io sono qui per dare un servizio!"
Ovviamente insistere è stato inutile, gli ho sbattuto le riduzioni li e
incazzato me la sono messa via, e ovviamente le due ragazze, che
potevano entrare gratis, si son trovate a dover pagare 20 Euro.
COMPLIMENTI!

Ma fosse finita qui sarebbe stato troppo bello. Lasciamo perdere il
fatto che la discoteca era talmente piena di gente che non ci si
riusciva quasi nemmeno a muovere (ma non era la magnifica discoteca di
Lignano questa?), posso capire che era la serata con il dj Coccoluto
che attirava un sacco di gente, in effetti la musica era bella per i
miei gusti, ma caspita non ci si poteva muovere.
La BEFFA è arrivata al momento di pagare e uscire.
Mi presento alla cassa con tutte e tre le drink card, con in totale tre
consumazioni effettuate, e la cassiera invece di chiedermi le (sigh) 60
Euro ormai previste me ne chiede 69, ovvero il prezzo pieno
dell’ingresso!!!
Ma robe da matti, ormai fuori di testa, gli faccio le mie dimostranze:
ma non esiste proprio! già dovevamo pagare in tutto 20 euro, rassegnati
a pagarne 60, adesso ce ne chiedete 69?????
La cassiera mi fa parlare con lo stesso personaggio che all’ingresso mi
aveva dato, evidentemente, tre drink card sbagliate, il quale, tra
l’altro si ricordava di me proprio per la mia precedente lamentela. Poi
ho scoperto che questi era uno dei titolari del locale.
Altri 15 minuti di attesa e si decidono a "CONCEDERCI" uno sconto di 9 euro sul totale.
La mia conclusione: cari gestori della discoteca Kursaal di Lignano,
siete dei buffoni, senza nessun rispetto per i vostri clienti che vi
portano denaro nelle casse, e pure fate i giochini con le liste e le
riduzioni che, considerato l’atteggiamento e l’arroganza usata
all’ingresso, paiono essere in totale malafede.
Per quanto mi riguarda, sconsiglio a chiunque di entrarci, e rischiare di passare la stessa esperienza.
Piuttosto, veramente, accendetevi uno stereo e ascoltatevi musica da un buon cd, o andate in un’altra discoteca.

Ultima considerazione: vista la grande mole di impasticcati che
c’erano quella sera, non è che esiste una politica studiata apposta per
aprofittare di questi drogati, che sotto l’effetto di quel tipo di
sostanze diventano di carattere piu’ malleabile e senza nessuna
volontà, ed è quindi più facile rubare loro più denaro di quanto già
non gli spilliate con il prezzo dell’ingresso?
Dico questo non per inventarmi qualcosa, ma ho avuto una strana
impressione osservando il comportamento di un buttafuori, nei confronti
di uno di quei disgraziati, il quale chiaramente era li che faceva
tutto quello che il buttafuori gli diceva, comunque non aggiungo altro,
visto che nulla posso provare nel merito.

Saluti

Alberto Baldan
albald@bigfoot.com
http://web.tiscali.it/albertobaldan
http://alb.hey.to

Una risposta su “Serata Kursaal Lignano”

Sacrosante parole.
Il Kursaal, per come viene gestito, è un insulto nei confronti del suo stesso glorioso passato e, sopattutto, di Lignano, data la sua posizione di vetrina della città.

Lignano, lì 24.03.2005

Lascia un commento