Categorie
attualità personale viaggi

La regione da terzo mondo ferroviario

dal “Mattino” di oggi

Ieri mattina, in occasione del penultimo giorno di Carnevale per far partire tre treni regionali per Venezia SantaLucia, sono dovuti interveniregli agenti della Polfer. Iconvogli presi d’assalto daipadovani, tra i quali tantissimi giovani già in maschera, sono risultati quelli che partono alle 9,29, alle 10,21 e 10,29. Tutti i treni era strapieni con viaggiatori stipati come sardine in scatola nei corridoi e nelle toilette nonostante fossero formati, ognuno, da numerose carrozze. Ci sono stati disagi anche suitreni regionali del ritorno, ingenere su quelli che sono partiti dalla laguna dalle 16in poi. Una valanga di persone,quasi tutte ancora mascherate sui treni arrivati instazione, al binario uno, alle19,26 per Rovigo ed alle 19,31 per Bologna. Ieri il consigliere regionale dell’IdV Antonino Pipitone ha provocatoriamente inviato Zaia a prendere il treno per rendersi conto dei disagi. Intanto oggi, martedì grasso,si prevedono treni ancora più affollati e, quindi, si consigliadi andare a Rialto e San Marco anche a bordo deibus Sita, via autostrada o dell’Actv,via Riviera del Brenta. Sono previsti treni straordinari soltanto al ritorno. Si riparte da Venezia alle 0,05 con treno diretto a Vicenza ed alle 0,55 con un altro convoglio per Montegrotto, Monselice e Rovigo. (f.pad.)

Qui sotto: mentre l’Ufficio per la Regolamentazione dei Servizi (che dipende dal Ministero dei Trasporti) ostacola l’ingresso di operatori ferroviari alternativi a Trenitalia imponendo ai treni che collegano la Germania con l’Italia il divieto di fermata nelle stazioni, i viaggiatori italiani si trovano con pochi treni regionali strapieni , e in molti casi rimangono a piedi ! Foto tratta dal sito ferrovieanordest.it

A piedi sui regionali sovraffollati di Trenitalia

 

 

Lascia un commento