Categorie
attualità

Trovato ubriaco al volante, scatta la confisca dell’auto

http://milano.repubblica.it/dettaglio/Trovato-ubriaco-al-volante-scatta-la-confisca-dellauto/1472080

Quando una pattuglia lo ha fermato all´alba mentre guidava in contromano sulla sua Mazda, non pensava a tanto. Certo, in compagnia di un amico era reduce da una serata in cui avevano bevuto. E anche parecchio. Eppure A. R., 22 anni, nato in Ecuador, ma da diversi anni stabilmente a Milano con la famiglia, sarà ricordato per essere la prima vittima del decreto sicurezza entrato in vigore da una settimana. E la sua Mazda serie 3, colore blu scuro, passerà alla storia per la prima automobile sequestrata a un cittadino milanese che, tra qualche giorno, diventerà ufficialmente di proprietà dello Stato.

La “colpa” è quella di essere stato sorpreso alle 6 del mattino a percorrere via dei Tulipani, una traversa di via Lorenteggio, in senso contrario. Una pattuglia di vigili è intervenuta e, visto il suo stato piuttosto alticcio, ha verificato il livello di alcol nel sangue. Al primo controllo, il giovane ha fatto registrare 2,46 grammi di alcol per litro di sangue. Al secondo ha raggiunto i 2,57 (il limite consentito dal codice è di 0,5 per litro). Immediato il sequestro dell´auto, il ritiro della patente e la segnalazione alla magistratura per il reato di “guida in stato di ebbrezza”.

Per il momento, la Mazda 3 si trova nel deposito di via Novara. Se qualcuno sul mezzo fosse stato in grado di guidare, i ghisa, stando alla riforma, potevano lasciarne a loro la custodia. Ipotesi remota. In via dei Tulipani, nessuno dei due era lucido. Ora, nel giro di poche ore, il pm Tiziana Siciliano metterà la firma al decreto penale di condanna e per il ventiduenne inizieranno i guai. Dal punto di vista economico, l´aver alzato troppo il gomito dovrebbe costare una cifra leggermente superiore ai 6.700 euro. Inoltre, il malcapitato A. R., dovrà sborsare il costo quotidiano del deposito fino al giorno in cui la condanna sarà definitiva. A quel punto, la Mazda se la potrà tranquillamente scordare (leggi qui i dettagli , NdR). Sarà probabilmente venduta all´asta, ma le procedure non sono ancora chiare, essendo il primo caso da quando è entrato in vigore il pacchetto sicurezza.

A parte, infine, sono le conseguenze dal punto di vista amministrativo. Visto il livello alcolico, oltre alla macchina, anche la patente gli è stata già praticamente stracciata. Qualche consolazione? Una, piuttosto magra: per il passaggio allo Stato della sua auto non sono previste le spese di rogito.

3 risposte su “Trovato ubriaco al volante, scatta la confisca dell’auto”

Beh… dopo la confisca del mezzo ai motociclisti (dichiarata incostituzionale) beccati senza entrambe le mani sul manubrio perchè una delle due impegnata a grattare parti intime del corpo…
Ecco la confisca della macchina per gli ubriaconi.
Ancora mi chiedo come mai non abbiano adeguato la normativa a quella delle moto:
– se sei senza caso, confisca del mezzo.
– se sei senza cintura di sicurezza: confisca
così era più immediato dichiararla incostituzionale.

vabbeh, si vede che per la macchina dovranno trovare un altro sistema….

Sono d’accordissimo si misure restrittive nei con fronti degli ubriachi al volante. GIusto giustissimo.
Ma sinceramente sono un po’ dubbioso sulla confisca e la vendita all’asta.
Lavori forzati di notte e lavori sociali di giorno.Ma la confisca del mezzo è un’esproprio che lo stato non può e non deve fare a mio avviso.
Comunque chissà che la smettano di bere una buona volta.

Lascia un commento