Categorie
Generale

L’ho trovato !

E’ da settimane che lo cercavo. In tempi non sospetti, cioè il primo marzo 2006, ben prima delle nostre elezioni, Beppe Severgnini sul “Corriere” esprimeva forti perplessità sulla nuova legge che consente agli italiani di votare all’estero…. non solo complicata, ma anche un po’ strana (non ha permesso ad esempio agli italiani temporaneamente all’estero di votare, come invece è accaduto per le Europee). Qui leggete anche la risposta del Capo del Servizio Stampa e Informazione Ministero degli Affari Esteri . Come sempre, queste valutazioni non sono servite a nulla, dato che arrivavano dalla parte “sbagliata”. Solo dopo che grazie alla legge sul voto all’estero, il centrosinistra ha vinto le elezioni, il Giornale (e non solo) hanno iniziato una massiccia campagna stampa denunciando le incongruenze della loro legge . Ora i giochi sono fatti, ma ora che da parte della Cdl , dopo una interpretazione della legge elettorale semplicemente in malafede (Calderoli) , si continua a parlare di irregolarità nelle elezioni, è bene sottolinearlo: questa legge elettorale faceva schifo, e ve l’hanno ripetuto per mesi. Ma ve ne siete fregati. Chi è causa del suo mal non sputi sull’avversario.

http://www.mclink.it/com/inform/art/06n04501.htm

Lascia un commento