Donde las dan las toman

In questa ultima domenica padovana (perché la prossima sarò a Barcellona per festeggiare, tra le altre cose , l’anniversario del Matinée Group 😉 ho proseguito lo studio dello spagnolo.

Anche questa volta ho imparato un sacco di cose e corretto alcuni errori che commettevo traducendo maccheronicamente dall’italiano !

Questa puntata è stata davvero un punto di svolta nella storia che accompagna tutto il corso. Paul racconta a Pablo che in realtà chi vuole sfrattarli dall’edificio (e dalla galleria d’arte che hanno allestito) è il suo nonno, ed il motivo per cui lui era venuto a Madrid non era quello di apprendere lo spagnolo ma di verificare se si trattava di un buon investimento…. questo all’inizio, poi si è affezionato ai ragazzi e ora farà di tutto perchè non vengano sfrattati. Pablo però non gli crede. Chissà come andranno a finire le cose !

Donde las dan las toman = Chi la fa l’aspetti

Quando l’imperativo affermativo di seconda persona plurale (lavad, comed, levantad) è accompagnato dal pronome di seconda persona plurale os, la forma imperativa perde la d finale.
Allo stesso modo, la prima persona plurale dell’imperativo, quando si combina con il pronome nos, perde la s finale.

Ir pasando = Favorire, accomodarsi (Por favor, vayan pasando a la sala)
Pasar lista = Fare l’appello
Pasar de algo= Non pensare a niente
Pasar a limpio= Mettere in bella copia
tu no pintas nada aquì = Tu non c’entri niente in questo
nadie te ha dato vela en este entierro= nessuno ti ha interpellato
Ponerse de barro=infangarsi
Ponerse de sucio=Sporcarsi
Ponerse de + cibo= abbuffarsi
Te agradezco mucho tu ayuda desinteresada
aun asì = nonostante
sin embargo = comunque
aun a saviendas de que= pur sapendo
si bien = sebbene
con tal de = pur
Venga= Dai
Toma= Guarda!
Vaya= Accidenti!
Pésame= condoglianze
Finca=Podere, terra

La festa del Souvenir dove sarò anch'io questa domenica !!!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"