Categorie
attualità personale

Quando un paziente chiama in ambulatorio a endocrinologia a Padova.

Telefonata vera, oggi , ore 12.45, ambulatorio di Endocrinologia, Padova, Azienda Ospedaliera.

io:”Buongiorno, mi scusi , sono un paziente del prof. X , vorrei sapere se è già rientrato no .”
Dip. Az. osp: “E’ già rientrato.”
io: “Io avrei bisogno di parlargli perchè sto avendo dei problemi con la terapia che mi ha prescritto.”
Dip. Az. Osp.: “IO non passo medici al telefono” (donna, col petto in fuori immagino dalla voce)
io:”Posso mandargli una mail ?”
Dip. Az. Osp.”Lei è un medico ?”
io:”No, sono un paziente.”
Dip. Az. Osp.”L’indirizzo endoconsult è riservato ai medici.”
io:”Quindi come potrei fare per far sapere al prof. dei problemi che ho con il dosaggio di questa terapia ?”
Dip. Az. Osp.:” DOVREBBE PRENOTARE UNA VISITA.”
Sono rimasto senza parole.

Per fortuna alla fine ho avuto il numero diretto ed il Professore, il medico (non la dipendente dell’azienda ospedaliera) mi ha ascoltato e consigliato ed è stato molto gentile. Sono anch’io dipendente pubblico, ma non mi sono mai comportato in questo modo indecente. Questa gente merita almeno un provvedimento disciplinare. Il paziente ha diritto a poter parlare con il proprio medico, anche per interposta persona. E’ inquietante che dei pazienti (che potenzialmente potrebbero essere anche in pericolo di vita)  trovino dall’altra parte del telefono persone , loro sì, che starebbero bene solo a vendere ricariche della Wind, o forse nemmeno quelle.

Lascia un commento