Categorie
Generale

Quantum GIS, piccoli progressi

Mettendo in pratica la lezione descritta in un file PDF trovato in rete sono finalmente riuscito a creare delle mappe dei comuni con gradienti automatici , inizialmente aggiungendo un campo nella tabella dei comuni ed immettendo ciascuno dei 103 valori dei tassi di crescita.

Il risultato del tasso di crescita delle imprese nel 2012 generato da QuantumGIS 1.80 Lisboa.

Lo step successivo era quello di importare da Excel, anche in formato CSV, la tabella con il nome dei comuni ed il tasso di crescita attraverso un join, come spiegato in un altro tutorial in PDF disponibile in rete. Purtroppo però l’importazione non andava a buon fine. E così, con l’aiuto del bravissimo Emiliano, e cercando anche un po’ in rete, ci siamo imbattuti in un utilissimo post di un olandese che spiegava che bisogna anche creare un file di testo .csvt che contenga la tipologia dei campi (es. intero, reale, ecc.) .

Importante: il campo destinazione deve essere uguale al campo join altrimenti le colonne non verranno importate (NULL).

E’ stata fondamentale anche la lettura di questo post, dove viene spiegato che anche se strano, la procedura deve iniziare con l’aggiunta di un nuovo layer.

Solo a questo punto il join ha funzionato correttamente. Il colmo è stato scoprire che la recente versione 1.8 supporta il formato nativo Excel 2003 (.xls) e in questo caso non serve nemmeno creare il file .csvt.

Come descritto in un altro utile sito , il join è temporaneo e per non perdere i risultati dell’unione dei dati, è necessario salvare il nuovo layer risultato dell’unione.

 

 

Lascia un commento