Categorie
Libri personale

Le persone indecise non possono essere felici

Il primo riferimento degli indecisi si chiama Senso Comune, altri riferimenti sono le persone che hanno eletto come propri leader. “Agganciano” il loro cordone ombelicale simbolico a esperti o scienziati degni della massima fiducia, a genitori, a opinion leader, a medici, a guaritori, a politici, a uomini di Chiesa, ad amici , a guru, a cartomanti, ecc. a chiunque possano delegare la responsabilità delle loro scelte. Sono persoen che proprio per questo loro atteggiamento vivono infelicemente o comunque a un livello di felicità “normale” decisamente inferiore a quello che potrebbero esprimere. Le loro ambizioni emotive sono autolimitate alle serenità, un concetto tristemente sottotono di felicità molto in voga tra chi è normalmente triste per gli auguri natalizi.

Gli indecisi sono distributori automatici di aspettative secondo questo modello :” se fai quello che mi aspetto da te sarò finalmente felice e te ne sarò grato, altrimenti sarò infelice, e sarà solo per colpa tua”. La loro motivazione inconsapevole potrebbe essere questa:” ho dei profondi dubbi e ho deciso che sono incapace di trovare risposte da solo (anche perché se sbagliassi mi dovrei poi sentire in colpa) , tu mi servi per evitare questa possibilità, mi fiderò e farò ciò che tu mi hai suggerito (o consigliato, o detto o ordinato) di fare così, se soffrirò o fallirò, potrò dare ogni colpa a te e potrò iniziare a sentirmi una vittima, disprezzandoti”.

Mi ritrovo perfettamente, in alcuni frangenti (non in tutti , per fortuna) con questa descrizione. 

Chi evita di fare scelte autonome illudendosi di evitare sensi di colpa si impedisce in realtà di poter essere felice. Gli indecisi credono nel caso, nella fortuna, nella sfortuna o a qualsiasi influenza esterna possa permettere loro di togliersi la responsabilità delle proprie scelte. Hanno rinunciato ad esercitare il loro potere su se stessi e la Realtà quando hanno rinunciato a fare scelte autonome e consapevoli.

Per fortuna, e lo dico con piacere, non mi è mai accaduto quanto descritto nel libro: “se oggi provi disprezzo per qualcuno che in passato hai ammirato o ritenuto di amare, significa che lo hai usato per affidargli tue responsabilità che hai voluto evitare di assumerti”. 

Una risposta su “Le persone indecise non possono essere felici”

Lascia un commento