Categorie
Generale

Il pericolo anisakis nel mangiare pesce non cotto o non surgelato preventivamente

Oggi il grande cuoco Fable si è messo a cucinare alla piastra tre tranci di salmone comprati ieri al supermercato e tenuti 24 ore in freezer (-17 gradi) . Ottimo pesce e molto soddisfatto , ma non sapevo a cosa potrei andare incontro.

L’anisakis è un parassita molto diffuso (dove molto vuol dire presente nell’85% di tonno, sgombro ed altri pesci tra cui , anche se in minor percentuale, il salmone). L’unico modo per essere sicuri di non prendere questo parassita, che può bucare le pareti intestinali provocando diarrea, feci con sangue e sintomi simili a quelli del morbo di Chron e dell’appendicite acuta, è di cuocere il pesce totalmente ad una temperatura superiore a 63 gradi (poi mi spiegherete come la misuro, ma non importa) o di congelarlo preventivamente per almeno 7 giorni, cosa che non ho fatto.
I più fortunati potrebbero sentire prurito in gola e vomitare il verme che è capace di risalire l’esofago, mentre per i più sfortunati è necessario un intervento chirurgico in endoscopia. Tutti i dettagli sono scritti in questo articolo.
Per ora ho solo passato mezz’ora sul WC, ma magari è solo un caso.

2 risposte su “Il pericolo anisakis nel mangiare pesce non cotto o non surgelato preventivamente”

un’altra cosa che forse non sai, è che è vietato per legge in italia vendere pesce che non è stato congelato con gli appositi “abbattitori di temperatura”, proprio per uccidere i vermi anisakis.

E così è anche per i ristoranti, ai quali se chiedi se ti danno pesce congelato o se è fresco di giornata, loro ti rispondono sempre che è praticamente ancora vivo (seee) e che è fresco di giornata. Falso. Se fosse vero li chiuderebbero ai primi controlli sanitari.

Quindi il fatto che tu abbia mal di pancia *potrebbe* essere dovuto al fatto che il pesce non fosse poi fresco. Il fatto che un supermercato venda pesce non passato per gli abbattitori di temperatura, mi suonerebbe veramente molto strano.

Ci sono dei ristoranti con l’acquario e ti cuociono il pesce che tirano fuori. Solo il pesce destinato ad essere consumato crudo deve passare per gli abbattitori.
La prossima volta che vai sul supermercato , prova a chiedere, al banco del pesce fresco 😉 Attendo tue news.

Lascia un commento