Categorie
attualità

E l’etr 500 (ricolorato e rinominato Frecciarossa) perde ancora i pezzi

dal “Corriere” di oggi

ROMA – Nel giorno del viaggio inaugurale di un Frecciarossa sulla tratta Bologna-Firenze, da un gruppo di macchinisti di Trenitalia arriva una denuncia sull’efficienza dei nuovi treni. Un convoglio partito alle 6,30 dalla stazione Termini e diretto a Milano avrebbe registrato un ritardo di 40 minuti a causa del distacco di una parte metallica dalla cabina di guida anteriore.

GUASTO A 230 KMH – La notizia è stata diffusa dai macchinisti della rivista «ancora in Marcia» spiegando che il guasto si è verificato intorno alle 10 mentre il Frecciarossa viaggiava sulla linea ad alta velocità a 230 Km/h, nei pressi di Piacenza. A margine della giornata di inaugurazione del nuovo tratto percorso dal presidente del Consiglio con un treno analogo, i macchinisti di «ancora in Marcia» hanno osservato che «fortunatamente non vi sono state conseguenze nè per i macchinisti nè per gli altri treni circolanti in senso opposto.

DUBBI SULLE RISORSE – «L’evento – si legge in una nota – desta una particolare apprensione nella categoria poiché un fatto analogo e di maggior gravità era già accaduto allo stesso tipo di Etr 500 il 5 aprile 2008 nei pressi di Roma». «Temiamo – concludono i macchinisti – che le ingenti risorse destinate ad aumentare la velocità massima dei treni dopo aver «prosciugato» quelle destinate ai pendolari possano influenzare negativamente anche la manutenzione ordinaria».

ì

Lascia un commento