Categorie
personale

Espanol 24: l’accento grafico e l’uso di por e di para

Ogni pagina dei libretti di Espanol 24 mi riserva delle grandissime sorprese. Uno dei miei tanti buchi neri , sia in italiano che ovviamente in spagnolo, consisteva nel non ricordare la differenza tra le parole tronche, piane, sdrucciole e bisdrucciole.

Oggi, dopo aver letteralmente fatto collassare un pane nella macchina del pane (sappiate che nell’impasto per il pane non vale la proprieta commutativa dell’addizione , prima bisogna mettere i liquidi, poi la farina zucchero e sale e solo per ultimo il lievito) , sono riuscito a trovare mezz’ora per riprendere la piacevolissima lettura di questo corso.

Le parole tronche sono quelle che hanno l’accento sull’ultima sillaba, le piane sulla penultima, le sdrucciole sulla terzultima e le bisdrucciole sulla quartultima. Le sdrucciole e le bisdrucciole vanno sempre accentate, le tronche vanno accentate se terminano in -n , -s o vocale, al contrario le piane NON vanno accentate se terminano in -n, -s o vocale.

9185|500

Ho imparato anche che mas (senza accento), vuol dire “però” (io usavo sempre e solo pero), e mi sono accorto di aver sbagliato per qualche migliaio di volte alcune costruzioni che io facevo all’italiana.

Per tradurre “in quegli anni”, si scrive “por aquellos años” , non – come facevo io – “en aquellos  años” !

Per tradurre invece il dovere di fare una cosa , si utilizza por, ad esempio “Estas paginas estàn por tradur” , “Queste pagine sono tradotte”. Si noti l’utiizzo di estar e non di ser.

E ancora, traducevo – sbagliando – “dammi una mano” con “dame una mano”, invece del corretto “echame una mano” Echar è un verbo che subito mi aveva creato qualche problema, per la frase hecha “echar de menos ” , che significa “sentire la mancanaza di “.

Ho imparato come si dice in spagnolo comportarsi, e cioè “actuar” (però in spagnolo non è riflessivo) , e l’espressione “in fin di conti” si traduce con “al fin y al cabo” , letteralemnte “alla fine e all’inizio”. “Arriba” significa invece “sopra” (io utilizzavo , molte volte in un contesto inappropriato, “sobre”, che invece traduce meglio il complemento di argomento).

Infine, per l’immancabile sezione “falsos amigos”, nella frase “Estoy para abrir un expediente a este empleado”, la parola expediente non significa espediente come potremmo pensare , bensì pratica, incartamento. Buono a sapersi 😉

Il 19 settembre torno a Ibiza, non vedo l’ora.

Una risposta su “Espanol 24: l’accento grafico e l’uso di por e di para”

Lascia un commento