Categorie
Generale

Tornare dal mare in treno…(parte 2)

Un TAF a doppio piano, fotografato a S. Stino di Livenza (TV) in una domenica pomeriggio verso il TNT, nel 2003

Beh , e da Mestre a Padova ? Scendo dal treno alle 18.38 a Mestre e sui monitor vedo ancora l’interregionale (festivo) delle 18.37 per Milano Porta Garibaldi al binario 6. Corro al binario 6 e scopro che invece stava partendo (e l’ho perso) dal binario 8… sempre il monitor indicava al binario 6 il regionale delle 18.43 per Rovigo (uno dei pochi treni con buona coincidenza domenicale dalla linea da Trieste)…solo che al binario 6 l’indicatore non indicava nulla.

Arrivato il treno, un signore mi ha chiesto se era il treno per Rovigo. Notavo invece che, il “nuovo” (tre anni di vita) TAF a doppio piano aveva le porte della terza carrozza che non si aprivano né da dentro né da fuori, cosi , mentre gli altri viaggiatori utilizzavano un’altra porta, avvisavo il capotreno del guasto non segnalato (di solito mettono un fogliettino giallo “porta non utilizzabile”).

Gli ho detto anche che l’indicatore non segnalava il treno e mi fa:” Beh, ma quello cosa c’entra ?” e io:” C’entra che la gente non sa se questo treno è in servizio e dove va, come cosa c’entra ?”. Sul treno prima, in due carrozze “ristrutturate” con l’aria condizionata, per un guasto usciva aria calda anzichè fredda. E dire che sono ristrutturate.

Lascia un commento