Categorie
Generale

Portogruaro-Padova: 86km in due ore (se i treni fossero in orario).

I treni che trenitalia definisce
L’orario delle tratte ferroviarie Trieste-Venezia e Venezia-Bologna sembra fatto apposta per allungare un tragitto, di per sé abbastanza breve. Spesso il sabato e la domenica faccio questo tragitto insieme ad un centinaio di studenti pendolari tra la zona del Friuli e del Veneto orientale e Padova. L’orario attuale, introdotto circa due anni fa e peggiorativo rispetto a quello precedente, prevede l’arrivo a Mestre ai minuti 38 di ogni ora degli interregionali da Trieste, e ben 38 minuti di attesa prima dell’interregionale per Padova-Bologna. In qualche fascia oraria, c’è un regionale per Rovigo che “salva” i viaggiatori almeno diretti a Padova, tuttavia la fascia delle 20 da Mestre a Padova risulta scoperta, e la domenica il flusso dei viaggiatori è davvero imponente.
Il risultato è che i moltissimi viaggiatori – pendolari, che al domenica ritornano o dal mare (d’estate) o a Padova per motivi di studio, arrivati alle 19.38 a mestre, trovano ben tre treni con supplemento (leggi: il biglietto costa il doppio) per Padova, ma il primo interregionale parte alle 20.16, con un ritardo cronico e ingiustificato (tenendo conto che tale treno parte da Venezia) variabile tra i 10 e i 20 minuti, ritardo che si ripercuote puntualmente sul regionale per verona che lo segue. Il risultato è che il sottoscritto due sabati fa partendo alle 18.54 da Portogruaro, è arrivato a Padova alle 20.56 . Ovvero, due ore per percorrere 86km , alla velocità commerciale di poco più di 45km/h , su linee a doppio binario elettrificate. La mancanza di un treno senza supplemento (i due intercity , l’Udine-Roma “Canova” ed il famigerato Trieste-Napoli “Miramare”, oltre ad essere più cari di circa l’80% , non hanno tempi di percorrenza migliori degli interregionali ed anzi sono spesso in ritardo il venerdì e la domenica – per quanto riguarda la pulizia dei treni intercity guardate la foto qui sopra) che dal Friuli prosegua per Padova e viceversa almeno il venerdì e la domenica, si fa sentire. Perché non consentire almeno ai viaggiatori diretti a Padova, di salire sull’intercity per milano in partenza da mestre alle 20.04, senza il pagamento del supplemento ?

Lascia un commento